Aquadream

Il tuo divertimento all'Aquadream tutti i giorni fino al 9 settembre!

Non solo mare: 5 idee differenti per vivere le vacanze in Costa Smeralda

Chi l’ha detto che in Sardegna si viene solo per il mare cristallino e le spiagge con la sabbia fine, la Sardegna è molto di più! Per questo motivo abbiamo selezionato per voi cinque idee per diversificare le vostre giornate di vacanza in Costa Smeralda e per alternare una giornata sotto l’ombrellone a momenti dedicati alla scoperta del nostro territorio e della nostra cultura.

I piccoli paesi della Gallura

La storia della Sardegna è racchiusa nei centri storici dei suoi paesi. Anche in Gallura, a pochi chilometri dall’Aquadream, potete muovervi alla scoperta dei paesi che ancora conservano la nostra storia, piccoli centri storici in granito, chiese campestri sparse sul territorio, piccoli musei che conservano la cultura contadina ed agropastorali e la memoria dell’artigianato del sughero, del vino e dell’arte, le nostre tradizioni.

Il più vicino centro che vi consigliamo è San Pantaleo, non lontano da Arzachena e dalle più popolate spiagge della Costa Smeralda (Portisco, Rena Bianca, Liscia ruja), San Pantaleo è un piccolo gioiello del territorio del nord Sardegna incastonato tra le vette granitiche dei monti di Cugnana.

A San Pantaleo si trovano diversi artigiani ed è molto amato dai turisti il tradizionale mercatino degli artisti che da maggio a ottobre espongono oggetti dell’artigianato sardo e opere d’arte e dove è disponibile una grande varietà di frutta e verdura e di prodotti tipici locali. Difficile non acquistare un n souvenir gastronomico dei prodotti del nostro territorio!

Se avete voglia di muovervi un po’ di più verso l’interno, in macchina, in moto o in mountain bike, i centri della Gallura sono pronti ad accogliervi nelle antiche vie dei loro centri storici.

Luogosanto, ad esempio, è piccolo paese dove il Santuario di Nostra Signora Regina di Gallura testimonia, insieme ad altre chiese del territorio, la profonda storia religiosa e la fede della zona.

E poi ancora Aggius dove si trovano ben due Musei: il primo è il Museo Etnografico MEOC, un’interessante racconto della vita di un tempo e delle tradizioni artigianali, prime fra tutte l’arte della tessitura dei tappeti che ancora oggi vengono tessuti nel paese. Sempre ad Aggius si trova il Museo del Banditismo dedicato ai “banditi”, i contrabbandieri che vivevano fuori legge in Sardegna.

A Calangianus, invece, il Museo del Sughero presenta questa tradizionale attività presentando il lavoro di estrazione del sughero dalle querce e le fasi successive di lavorazione per ottenere tappi da bottiglia, materiali edili, accessori d’abbigliamento o oggetti d’artigianato. Nel museo sono esposti sia gli strumenti più antichi che le macchine da lavoro più moderne.

Infine Tempio Pausania, il capoluogo dell’alta Gallura: da non mancare una passeggiata nel centro storico con costruzioni in granito “a vivo” e una visita alla stazione ferroviaria risalente agli anni ‘30 dello scorso secolo, decorata con dipinti del pittore sardo Giuseppe Biasi.

Monumenti e siti archeologici

La Sardegna è una terra antichissima e della Preistoria sono rimaste innumerevoli testimonianze: Tombe dei Giganti, Nuraghi, Dolmen, Fontane sacre, Domus de Janas, molte di esse sono costruzioni megalitiche dall’architettura che ricordano altre simili architetture dell’area mediterranea e che oggi caratterizzano il paesaggio dell’isola facendo un tutt’uno con monti, colline e vegetazione.

È bello fare una gita alla scoperta di questi siti archeologici e della vita di chi molti secoli fa ha abitato le nostre terre. Diversi siti archeologici offrono visite guidate ai visitatori durante la stagione primaverile ed estiva.

Alcuni siti archeologici da visitare nel territorio di Arzachena

La Roccia del Fungo

Poco conosciuta a più la roccia nota come Monti Incappiddatu è una grande roccia granitica a forma di fungo, un vero e proprio monumento naturale che si trova nel centro di Arzachena. Pensate che la roccia fu utilizzata fin dai tempi preistorici!

L’accesso è gratuito, da via Limbara. Dalla sua sommità si gode un bellissime panorama sul territorio di Arzachena.

Tombe dei Giganti e Nuraghi

Si tratta di architetture megalitiche dell’età nuragica a scopo funerario. Le tombe dei Giganti sono diffuse su tutto il territorio sardo rappresentando un’importante tipologia di sepoltura collettiva.

Nel territorio di Arzachena potete visitare la Tomba dei giganti di Coddu Vecchiu e la Tomba di Li Lolghi, entrambe ben conservate nell’esedra costituita da grossi pilastri granitici e da un “portale” centrale, anch’esso in granito.

Se venite in Sardegna da non perdere è una visita ad un Nuraghe. Antichi punti di osservazione, luoghi di ritrovo e conservazione di alimenti, anche queste costruzioni sono tipiche dell’età nuragica e costituiscono uno dei simboli più noti della nostra isola.

Sempre nel territorio di Arzachena, facilmente raggiungibili in auto, si trovano il Nuraghe Malchittu e il Nuraghe la Prisjona che danno un’idea della particolarità di queste antiche costruzioni.

Infine la visita alla Necropoli Li Muri permette di conoscere un altro tipo di sepoltura di età neolitica.

Sagre e feste nell’entroterra

Dalla sagra del cinghiale, a quella della seadas, da quella del bovino gallurese, alla paranza, l’estate in Sardegna è ormai sempre più ricca di sapori!

Tanti gli eventi gastronomici che permettono di scoprire i piatti tipici del territorio grazie a sagre e feste, occasione anche di divertimento e di socializzazione con le genti locali, per conoscere chi abita nei paesi e la cultura e delle tradizioni della nostra isola.

Spesso durante le sagre sono allestiti mercatini artigianali o si svolgono sfilate di gruppi folkloristici o con tradizionali maschere del carnevale invernale.

Scoprite l’accoglienza del nostro territorio!

Alcune sagre e feste del territorio:

Baja Sardinia: 13 Giugno Festa di Sant’Antonio da Padova, patrono di Baja Sardinia. Durante tutta l’estate: serate di balli di liscio, di gruppo e folkloristici; concerti, mercatini

Arzachena: A luglio Notte Bianca, Sagra de li Chjusoni; ad agosto Sagra della Zuppa Gallurese e Rassegna Internazionale del Folklore, tanti altri Concerti e altre iniziative nei paesi e nelle spiagge.

Luogosanto: a metà agosto Sagra del cinghiale e de Li Chjusoni di Minnanna (gnocchi della nonna)

Aglientu: Aglientu Tourism festival and Summer Blues Festival (agosto). Aglientu è chiamato il “paese delle sagre” perché qui sono organizzate diverse sagre: Sagra degli Gnocchetti galluresi, Sagra del Mare, la Sagra delle Seadas, la Sagra delle Frittelle, la Sagra della Salsiccia arrosto e del formaggio.

Luras: Domos Abbeltas (giugno), durante l’estate diverse sagre: Sagra della Zuppa, Sagra della Seadas, Festa della Birra.

Calangianus: Sagra del Bovino (ultimo sabato di luglio), Sagra della Paranza (inizio luglio),

Tempio Pausania: Calici di Stelle (10 agosto) Festa di La Paddha e Carnevale Estivo (agosto)

Shopping nei centri turistici

Le vacanze sono occasione anche per concedersi qualche sfizio in più: una borsa che ha catturato il nostro occhio, un foulard originale, le infradito all’ultima moda. Tante sono le opportunità per aggiornare il guardaroba scoprendo i negozi di Baja Sardinia, di Porto Rotondo o di Porto Cervo. Le boutique della Costa Smeralda offrono grandi firme italiane e non solo, ma non bancano idee per regali di souvenir da portare ai propri amici!

Regalare un oggetto in ceramica sarda, in corallo o in sughero può essere l’idea di un regalo da un viaggio in Sardegna e un’idea per ricordare la vostra vacanza nell’isola oltre che per promuovere il nostro artigianato.

E poi ovviamente l’Aquadream!

Il nostro Parco Acquatico in Costa Smeralda, a poca distanza dalle rinomate spiagge, un’idea differente per una giornata di puro relax e divertimento in Sardegna.

Tra tuffi, salti e scivolate in acqua, il divertimento è per tutti, grandi e piccoli!

Dove Siamo

Guarda

Newsletter